Come preparare la pelle del tuo bambino al freddo

Mamme e neonati 18 Novembre 2020
Come preparare la pelle del tuo bambino al freddo

Proteggere la pelle sensibile del tuo bambino dal freddo è molto importante, in quanto le basse temperature possono causare una fastidiosa secchezza cutanea che a sua volta può provocare arrossamenti, pruriti e in casi estremi addirittura eczemi.

Andiamo per gradi e scopriamo quali prodotti per il bebè devi avere a portata di mano in inverno e i nostri 5 consigli antifreddo per il tuo piccolo (dall’abbigliamento alle passeggiate, fino al bagnetto).

Come preparare la pelle dei bambini in inverno: cosa serve

Come accennato, il freddo rende la pelle secca e il fastidioso prurito ne è la conseguenza.

In questo caso è fondamentale applicare quotidianamente una crema idratante in via preventiva. Se la pelle risultasse già secca, puoi impiegare la crema anche due tre volte al giorno e utilizzare un prodotto specifico per la secchezza cutanea, come Unico Olio Spray, atta a proteggere e rigenerare la pelle sensibile del tuo bambino, a base di Olio di Argan e Alfa-bisabololo, che idrata e nutre la pelle per prevenire la secchezza.

Anche le labbra vanno protette! Se esposte molto al freddo, queste sono facilmente screpolabili. Utili in questo caso sono i balsami lipstick emollienti e lenitivi, migliori del burrocacao e che puoi trovare in farmacia o sul nostro e-shop.

Attenzione alla dermatite atopica

Si tratta di un disturbo cutaneo cronico che rende la pelle secca ed eccessivamente reattiva alle fonti di irritazione. La dermatite atopica alterna fasi di miglioramento e di peggioramento e queste ultime coincidono in genere durante l’inverno a causa del freddo e degli sbalzi di temperatura: la pelle finisce col disidratarsi ulteriormente, causando arrossamenti, prurito e desquamazioni, soprattutto nelle parti più esposte come viso, collo, area dietro alle orecchie, collo e incavo dei gomiti e delle ginocchia.

Attenzione dunque:

  • Non utilizzare detergenti schiumosi e profumati;
  • Asciuga la pelle tamponandola, senza mai strofinare;
  • Utilizza crema/olio emolliente specifico per arrossamenti, dermatiti e screpolatura da freddo (a tal proposito, leggi la scheda prodotto di Unico Combo Spay);
  • Utilizza abbigliamento di cotone o al massimo di pile: evita i capi di lana, cappellini e sciarpe comprese.

Bambini e inverno: 5 consigli per le mamme

Di seguito, rispondiamo alle domande più comuni che i genitori ci pongono durante i mesi più freddi.

Il bagnetto in inverno: si può fare?

Come già esposto nel nostro precedente articolo: Il bagnetto del bebé, la maggior parte dei pediatri concorda che, in un ambiente adeguatamente riscaldato (tra i 20 e i 22° circa) e con l’acqua portata a una temperatura di circa 36-37°, il bagnetto è un ottimo alleato per rilassare il neonato, anche in caso di raffreddore.

Si può fare una passeggiata con il bambino in inverno?

Assolutamente sì, a patto che non ci sia forte vento.

È solo una questione di buona organizzazione:

  • Previeni la pelle screpolata con creme idratanti e balsami per le labbra;
  • Applica una tela cerata trasparente al passeggino/carrozzina per proteggerlo dal freddo e contemporaneamente permettergli di godere della luce e delle temperature frizzantine.

Passeggiate ai tempi del Covid19

Nei periodi di restrizione causati dal Coronavirus, la passeggiata resta comunque consentita, in prossimità della propria abitazione.

Sono chiaramente ammesse per compiere gli altri spostamenti consentiti (andare al lavoro, motivi di salute o necessità)”. Quindi è possibile passeggiare, vicino a casa, sempre con autocertificazione, anche con minori o disabili.

Sono aperti anche i parchi: “È consentito l’accesso dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, ad aree gioco all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto”.

Anche se si tratta dunque di brevi tragitti casa-scuola, la pelle del tuo bambino va sempre adeguatamente protetta e preparata. In attesa di tempi migliori.

Ti potrebbe interessare: “5 cose da fare a casa con i bambini”

Come vestire i bambini in inverno?

“Tu quale abbigliamento hai scelto?” Non è uno scherzo: osserva cosa indossi e vesti più o meno allo stesso modo il tuo bambino! (dalla serie: se hai optato per una maglia in cotone, non imbottirlo con maglie di pile!)

In linea generica è sempre preferibile vestire il neonato a cipolla, soprattutto se hai intenzione di sostare in un ambiente al chiuso: i locali/gli appartamenti sono spesso iper-riscaldati e stimolare un’eccessiva sudorazione nel bambino che dovrà poi ritornare al freddo esterno, è assolutamente sconsigliato.

Gli accessori invernali immancabili per il tuo bebè: cappellini, sciarpe e guantini non vanno mai dimenticati, soprattutto nelle giornate più ventose. Per i più piccoli, tutoni e sacchi sono l’ideale.

Ci sono delle fasce orarie preferibili per uscire?

Sì. In tarda mattinata o durante il primo pomeriggio, quando i raggi del sole sono più caldi.

Bisogna applicare la protezione anche in inverno?

Assolutamente sì. I raggi solari sono forti anche durante i mesi più freddi.

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter: riceverai tanti sconti e offerte per te e il tuo bambino!

Iscriviti subito Rimani aggiornato sul mondo Sterilfarma

Lascia qui la tua email e riceverai news, sconti e tante nuove sorprese

Articoli correlati