Box Difesa Affronta l'inverno in piena salute
e tutela il tuo sistema immunitario.
 
Acquista ora
Unico emulsione
Talco non talco
Rinfresca, mantiene asciutta la pelle e
la difende dalle punture di insetti.
Scopri di più
borsa unico
Approfitta
della promo
Con 20euro di spesa riceverai in OMAGGIO il beauty Mamà e Bebè
 
borsa unico
N5 AL,
Ideale fin dalla nascita
Indicato per la gestione dietetica dell'allergia alle proteine del latte vaccino e/o della soia.
 
Scopri di più
Unico,
Box Coccole
Il piacere delle coccole di 14 prodotti della
linea Unico Sterilfarma più la borsa in omaggio
 
Scopri di più
Alto profilo di
sicurezza
DPI, dispositivi medici
ed igienizzanti
 
Scopri di più
N5 2 polvere
Prosegui nella giusta direzione!
Scopri di più
Omaggi e sconti

premiamo i nostri clienti

Consegna in Italia

evasioni in 24/48 h

Customer Care

assistenza pre e post vendita

Pagamenti sicuri

certificati di pagamenti sicuri

Sterilfarma

Latte e bevande vegetali

Per l'allattamento dei neonati la cosa migliore è assumere il latte materno fino a quando possibile.
Quando però questo manca o non è sufficiente al fabbisogno nutrizionale del bambino, si può ricorrere all'utilizzo di latte formulato, sotto consiglio del Pediatra.

sale -30%
sale -30%

Sterilfarma

Bagnetto

 

Gravidanza e primi mesi

La gravidanza: il sogno di ogni donna! In questa sezione troverai utili suggerimenti e preziose informazioni su come restare incinta velocemente e sulle fasi della gravidanza.

leggi di più
Sterilfarma

I consigli del pediatra

Dall'Alimentazione al Benessere psicofisico, dalle scelte sostenibili ai consigli per le Mamme e i Neonati fino ai suggerimenti per il Tempo Libero: noi di Sterilfarma siamo con voi in ogni tappa del vostro straordinario cammino di genitori.

Salute e benessere psicofisico Dermatite da sudore (sudamina) nei neonati: cause e rimedi

Sulla pelle del tuo bambino sono comparsi puntini rossi e bollicine? Con l’aumento delle temperature è molto probabile che si tratti di dermatite da sudore o sudamina, una condizione infiammatoria causa di rossore, prurito e fastidio. Cosa possono fare mamma e papà per regolare la sudorazione del neonato? Quali sono le cause della dermatite da sudore e dove compare? La sudamina può manifestarsi non solo a causa dell’eccessiva sudorazione causata dalle alte temperature ma anche in caso di occlusione o mancata traspirazione della pelle (applicazione di creme occlusive, ristagno del sudore sulla pelle, abbigliamento inadeguato alla traspirazione). In questi casi, infatti, i canalicoli delle ghiandole sudoripare potrebbero otturarsi, ed il sudore non viene espulso in maniera efficiente ed adeguata. Le parti del corpo più predisposte allo sviluppo di dermatite da sudore sono: ColloSpallePanciaPliche ascellari ed inguinaliRetro di gomiti e ginocchia Perché la sudamina è molto più frequente nei neonati e nei bambini? La risposta è molto semplice: i pori della pelle dei più piccoli, essendo di dimensioni inferiori, sono più soggetti ad ostruzione. Nei neonati, inoltre, le ghiandole sudoripare non sono ancora completamente mature ma occorreranno alcuni mesi prima che possano giungere a piena maturazione. Nei bambini in età scolare bisogna poi fare un’ulteriore considerazione: durante i momenti di svago e gioco i bimbi sono completamente assorbiti dalle loro frenetiche attività e non si curano affatto di essere eccessivamente accaldati, per cui spesso il sudore ristagna a lungo sulla pelle, irritandola.  La sudamina compare solo in estate? Decisamente no! Può comparire anche durante la stagione autunnale e invernale, specie se il piccolo viene coperto eccessivamente. La dermatite da sudore può essere inoltre confusa con la sesta malattia, soprattutto se compare in concomitanza o in seguito alla febbre. In questo caso occorre subito contattare il Pediatra. 10 regole d’oro per prevenire la dermatite da sudore nei bambini Come possiamo prevenire la sudamina? Segui i consigli: L'idratazione è fondamentale: bere costantemente alcuni sorsi di acqua, soprattutto durante le giornate calde, è la prima linea di difesa.Evita tutte quelle situazioni che favoriscono la sudorazione.Vesti il bambino in maniera adeguata alle stagioni: in estate, prediligi i tessuti leggeri e traspiranti come cotone e lino; in inverno non copriamo in maniera eccessiva, soprattutto quando dorme.Tieni la culla o il lettino lontano da termosifoni e/o condizionatori.Arieggia con frequenza gli ambienti della casa in modo da purificare l’aria da germi ed allergeniIl bagnetto è un vero e proprio toccasana per donare sollievo dal prurito. Prediligi una temperatura dell’acqua non eccessivamente calda, intorno ai 36°C, e utilizza prodotti dermocompatibili, che aiutino a mantenere la pelle sana e a ripristinare il naturale equilibrio in caso di irritazione.Svesti il bambino ogni qualvolta possibile, togliendo anche il pannolino, per far traspirare la pelle.Controlla che il tuo piccolo non abbia la nuca (se ha poche settimane di vita) o il torace sudati.Utilizza un panno di cotone da porre sul seggiolone della pappa, dell’auto e sul passeggino.Asciuga spesso le parti bagnate da sudore, sempre con panno di lino o cotone. Quali prodotti usare in caso di sudamina nei neonati? Per combattere in maniera più rapida ed efficace la sudamina nei bambini, è fondamentale che la loro pelle sia ben asciutta: oltre a tamponarla per bene dopo il bagnetto, puoi impiegare una polvere dall’alto potere assorbente a base di amido di riso o amido di mais, indicata per una cute perfettamente asciutta e per donare una rapida sensazione di sollievo alla pelle irritata. Quando la fisiologica funzionalità cutanea si è finalmente ripristinata, è consigliabile impiegare anche una crema idratante e nutriente da apporre sulle zone che la dermatite da sudore ha reso ruvide e screpolate. Sterilfarma consiglia: i nostri prodotti per prevenire e combattere i fastidi della pelle Unico Talco non Talco: emulsione a base di estratti naturali che regolano la sudorazione rispettando la traspirazione e la delicatezza della cute. Regala un’immediata sensazione di comfort grazie alla texture morbida e leggera che rinfresca e mantiene asciutta la pelle dall’umidità. La formula delicata è dermatologicamente testata sulle pelli sensibili ed è arricchita con Olio di Andiroba che difende dalle punture, creando una barriera protettiva sgradita agli insetti. https://www.sterilfarma.it/unico-emulsione-talco-non-talco.html Unico Baby Fluid: detergente delicatissimo, è indicato per la detersione quotidiana, l'igiene e la cura del corpo di neonati, bambini ed adulti con pelle delicata, sensibile, predisposta ad irritazione o allergie; può essere utilizzato anche per l'igiene intima. Formulato con ingredienti naturali come Acqua di Hamamelis, estratti di Avena ed Olio di Crusca di Riso, Baby Fluid aiuta a prevenire secchezza e disidratazione, lasciando la pelle setosa e delicatamente profumata. https://www.sterilfarma.it/unico-baby-fluid.html Unico Olio Spray: olio ricco di principi dermofunzionali, indicato per la pelle secca e facilmente irritabile del neonato. Le Vitamine E ed F contenute, aiutano a proteggere e a rigenerare la pelle sensibile; l’Olio di Argan, favorisce la tonicità e l’elasticità cutanea; L’Alfa-bisabololo dal forte potere idratante e nutriente, aiuta a prevenire la secchezza cutanea, gli arrossamenti e la sensazione di prurito. https://www.sterilfarma.it/unico-olio-spray.html

Leggi di più
Tempo Libero Perché mandare i figli all’Asilo Nido è un’esperienza straordinaria: tutti i vantaggi per il bambino

Ci siamo. Avete fatto l’iscrizione all’Asilo Nido e tra poco il vostro piccolo spiccherà il volo per la prima volta fuori casa.   Eppure dentro di voi c’è una parte di cuore che fa a botte con il cervello con frasi del tipo: “Perché devi sottrarlo al calore della casa e della famiglia?”   L’obiettivo di questo articolo è riportare i principali vantaggi dell’Asilo Nido, per ricordarvi che state facendo una scelta non solo razionale, ma anche di cuore. Per il bene del vostro cucciolo.  I vantaggi dell'asilo nido: lo studio  Un gruppo di ricercatori francesi dell’Institut Pierre Louis d'Epidémiologie et de Santé Publique (iPLESP) e dall’Università di Bordeaux, hanno condotto una ricerca per valutare l'impatto che l'asilo nido avrebbe sullo sviluppo emotivo e sociale dei bambini. Scopriamo quanto emerso.  L'indagine pubblicata sul Journal of Epimediology & Community Health (cliccando sul link trovi la versioneintegrale), ha analizzato i dati relativi a 1428 bambini già partecipanti allo studio Eden incentrato sulla valutazione dei diversi fattori legati alla salute e allo sviluppo nei primi anni di vita.   Partendo da questi dati, gli studiosi hanno analizzato lo sviluppo emotivo dei bambini dalla nascita fino agli 8 anni e studiato le risposte fornite dai genitori in merito a dei questionari compilati quando i bimbi avevano 3, 5 e 8 anni.  Al termine della valutazione è emerso che i bambini che avevano frequentato l’asilo nido da piccoli, avevano meno problemi comportamentali ed emotivi rispetto ai coetanei cresciuti con nonni o babysitter.  I bambini che andavano al nido mostravano minore rischio di sviluppare:   problemi di relazione tra coetanei;  bassi comportamenti prosociali;   problemi nello sviluppo emotivo;  problemi di comportamento in ambito scolastico.  I bambini che vanno al Nido sono più sicuri  Sebbene le mamme continuino a sentirsi in colpa per questa sorta di abbandono che procurano al bambino, è fondamentale evidenziare che si tratta di una tappa di evoluzione molto importante, che aiuta a tagliare il cordone ombelicale e a rendere il proprio figlio più sicuro e determinato.  L’asilo nido favorisce le capacità di apprendimento  Gli studi condotti in Europa e nel resto del mondo, dimostrano che i bambini frequentanti l’asilo nido, hanno maggiore possibilità di successo ad affermarsi nella vita, in quanto in possesso degli strumenti giusti per conoscere sé stessi e il mondo esterno.  Rende i bambini più socievoli e più stimolati  Per quanto i genitori, nonni e babysitter siano attenti a favorire il benessere psicofisico del bambino, spesso l’eccessivo divario di età tra il piccolo e le figure educative di riferimento, non stimolano adeguatamente l’apprendimento. Spesso il bambino viene lasciato molto tempo davanti alla tv, tablet o smartphone, con la conseguenza che tende a isolarsi. Questo non per noncuranza, ma perché sopraggiungono impegni, stanchezza e mancanza di idee.  Il confronto e l’interazione con bambini della propria età è fondamentale per catapultarsi nel mondo e imparare a relazionarsi con esso.   I piccoli contrasti come fonte di ricchezza per la crescita  Da un punto di vista pedagogico dai 18 ai 36 mesi il bambino sviluppa una migliore capacità di gestione dei contrasti con i coetanei. Ecco perché è importante che non venga isolato, ma che invece si misuri quotidianamente con l’esperienza di sé e dell’altro.  Il bambino a casa dei nonni o con la babysitter sa di potere ottenere tutto ci che vuole, perché gli adulti tendono ad accontentarlo. A scuola, rapportandosi con i suoi pari, ovviamente non è così.  Non essere più il protagonista indiscusso delle attenzioni, è senza dubbio il primo fattore per conoscere sé stesso e condividere le proprie esperienze di vita con i coetanei.   Mediare, scendere a compromessi, attendere il proprio turno, condividere: sono tutte esperienze essenziali per una corretta crescita e per imparare a stare al mondo.  Favorisce lo sviluppo delle esperienze sensoriali  Toccare, associare il rumore all’oggetto, tastare la materia per capirne sapore e consistenza, è una tappa fondamentale per stimolare e sviluppare le esperienze sensoriali dei bambini da 0 a 3 anni.  Al nido tutto sarà predisposto per affrontare queste esperienze in totale serenità e sicurezza: ballare, saltare, stare all’aperto dove ci sono giochi specifici basati sul bisogno motorio infantile, rappresentano delle opportunità uniche per sviluppare le adeguate esperienze sensoriali e conoscere il proprio corpo.   Protegge il sistema immunitario  Questo aspetto ce lo spiegano bene gli esperti gli esperti dell’Associazione Culturale pediatri  “Frequentare un asilo nido con tanti bambini a meno di due anni e mezzo non comporta rischi per la salute, anzi protegge da future infezioni. Frequentare l’asilo stando a contatto con tanti bambini fa sì che il sistema immunitario sia esposto a tante varietà di virus e anche a forme diverse dello stesso virus. In questo modo le difese immunitarie del bambino diventano più abili e capaci di difenderlo”.  Mamme e papà che dite: siete pronti per questa fantastica avventura? 

Leggi di più