Omaggi e sconti

premiamo i nostri clienti

Spedizione gratuita

da € 39,99 su tutti i prodotti

Customer Care

assistenza pre e post vendita

Pagamenti sicuri

certificati di pagamenti sicuri

Sterilfarma

Articoli per l'infanzia online

Nello shop online di Sterilfarma trovi i migliori articoli per bambini e neonati e per la prima infanzia.
Alimenti, latti, integratori e tutto quello che occorre per la crescita del tuo bambino in modo sano e nutriente.
Inoltre, abbiamo pensato di destinare anche una parte della nostra linea di produzione alla mamma che potrà trovare nella categoria dermocosmesi tutto il necessario per prendersi cura dell'igiene e della protezione del suo bambino.

Sterilfarma

Latte e bevande vegetali

Per l'allattamento dei neonati la cosa migliore è assumere il latte materno fino a quando possibile.
Quando però questo manca o non è sufficiente al fabbisogno nutrizionale del bambino, si può ricorrere all'utilizzo di latte formulato, sotto consiglio del Pediatra.

 

Gravidanza e primi mesi

La gravidanza: il sogno di ogni donna! In questa sezione troverai utili suggerimenti e preziose informazioni su come restare incinta velocemente e sulle fasi della gravidanza.

leggi di più
Sterilfarma

Blog

Dall'Alimentazione al Benessere psicofisico, dalle scelte sostenibili ai consigli per le Mamme e i Neonati fino ai suggerimenti per il Tempo Libero: noi di Sterilfarma siamo con voi in ogni tappa del vostro straordinario cammino di genitori.

Alimentazione Svezzamento, divezzamento ed alimentazione complementare: oltre il latte c’è di più

Ci siamo. E’ arrivato il fatidico momento di introduzione degli alimenti, da oggi non solo più latte. Adesso cosa si fa?  Cosa si introduce prima? È meglio lo svezzamento tradizionale o quello che viene definito autosvezzamento? Meglio seguire lo schemino grammato con i cronoinserimenti? Cosa dicono le linee guida e le evidenze scientifiche?  Facciamo un po’ di chiarezza, in questo mare di incertezze e di infodemia (diffusione di una quantità eccessiva di informazioni che rendono difficile orientarsi su un determinato argomento) riguardo l’alimentazione dei bambini che travolge le povere mamme dal sesto mese in poi.  Partiamo col dire che in realtà non c’è una vera e propria tempistica che vale per tutti i bambini, per cominciare ad introdurre gli alimenti, oltre il latte.  Diverse sono le variabili individuali che ci inducono a ‘svezzare’ i nostri bambini, tra cui le specifiche esigenze nutrizionali del bambino dopo i 5/6 mesi, come l’apporto di micronutrienti; il contenuto di ferro, ad esempio non più sufficiente dal latte.  Svezzare vuol dire proprio togliere il vizio, quello del latte, ma occorre non dimenticare che fino all’anno il latte è ancora l’alimento principale di cui si nutriranno i nostri bambini, e che questi mesi di svezzamento serviranno proprio per far conoscere al bambino una modalità di nutrimento che lo accompagnerà per tutta la vita: quella con i cibi solidi.  È anche vero che, sebbene l’introduzione a questa nuova fase del bambino dipenda soprattutto da lui, si è cercato nel tempo di dare indicazioni che valgano un po' per tutti i bambini normopeso ed in buona salute. Si tiene conto dello sviluppo neurofisiologico e anatomo-funzionale, della crescita staturo-ponderale, senza sottovalutare la diade mamma-bambino, ovviamente le esigenze di tutta la famiglia ed il contesto socio-culturale.  E quindi entro o dopo i sei mesi cosa accade?  Che bisogna osservare i propri bambini!  Prima di tutto, per poter introdurre cibi solidi, è importante che il bambino riesca a stare seduto da solo, con un supporto alle spalle, quindi che sappia stare seduto nel seggiolone, e che regga da solo la testa.  Entro i sei mesi questa è una condizione neurofisiologica che tutti i bambini acquisiscono.  La postura è importante e necessaria non solo perché in questo modo il bambino può vedere ciò che mangia ed imparare a mangiare da solo, partecipando attivamente al suo pasto, ma è la posizione giusta per evitare il soffocamento.  Inoltre, entro i sei mesi, i bambini perdono il riflesso d’estrusione della lingua. Questo riflesso è presente nei neonati fino al sesto mese, più o meno, permette loro di succhiare il latte ed evitare che corpi estranei entrino in bocca.  Come si fa a capire, se il nostro bimbo ha perso questo riflesso?  Utilizzando lo stesso strumento con cui verranno presentati gli alimenti, il cucchiaino. Se il momento è poco maturo, la lingua, di riflesso, spingerà il cucchiaino fuori.  I cibi dovranno essere offerti con il cucchiaino, senza forzare il bambino, consentendogli eventualmente di toccare cibo nel piatto e mangiare con le mani, senza insistere se non gradisce.  È importante che gli alimenti vengano alternati non solo per rispettare la frequenza settimanale, consigliata dalle linee guida, ma anche per fare in modo che i bambini abbiano interesse verso questo nuovo mondo a cui si stanno approcciando e quindi alterniamo i colori, i sapori, le consistenze.  Capiterà che qualche alimento non verrà gradito ed accettato, possiamo provare a riproporlo preparato in maniera diversa. Ciò non vuol dire che il nostro bambino è selettivo, ma che semplicemente servono diversi assaggi per prendere confidenza con quel tale alimento, a volte finanche 20 assaggi dello stesso.  Con questo tengo a sottolineare che non c’è alcuna evidenza scientifica che ci dimostri che inserire alimenti allergizzanti dopo determinati mesi sia più sicuro, ed i cronoinserimenti, come ci insegna anche Lucio Piermarini, pediatra che per anni si è occupato di alimentazione complementare, sono solo un modo per introdurre gradualmente gli alimenti e far sentire più sicuri i genitori. Quindi, se vi tranquillizza introdurre pesce, uova ed altri alimenti di questo genere successivamente, va bene cosi.  Fisiologicamente dopo i sei mesi, il bambino è pronto a digerire tutto e per gli alimenti allergizzanti bisogna solo tenere conto della storia familiare. Lo svezzamento non è solo del bambino, ma anche dei genitori, della famiglia tutta, e dovrebbe non solo permettere al nuovo arrivato di familiarizzare con il cibo e quindi con una nuova modalità di alimentarsi, ma anche alla famiglia stessa di mangiare in maniera conviviale, tutti allo stesso modo.  Un consiglio da Nutrizionista: prendete questo momento per rieducarvi ad un’alimentazione più consapevole e salutare.  Cominciate con un pasto che vi è più semplice da preparare e che vi permetta di osservare le risposte del bambino, ad esempio il pranzo. Potreste cominciare con un piatto unico composto da un cereale o farina di cereali (semolino ad esempio), con verdure, anche passate e legumi decorticati.  Fino al primo anno di età i legumi devono essere decorticati, per evitare un eccesso di fibra, e gli unici due alimenti da evitare sono il miele, per il rischio botulino, ed i funghi, almeno fino ai 12 anni (come consiglia l’ISS, per evitare intossicazioni e perché non sono ancora pronti gli enzimi utili a digerire il carico di mannitolo presente che darebbe qualche fastidioso crampo addominale).  Fatte queste premesse, non ci sono alimenti e consistenze giuste per iniziare, non c’è una modalità più giusta, l’importante è avere basse aspettative e poche pretese: ve lo dice una giovane mamma che ha iniziato questa bellissima avventura con il proprio bimbo proprio da qualche mese. Perché oggi saranno solo assaggi, o tutta la pappa finirà per terra, ma domani, il vostro bimbo mangerà di gusto, proprio come ‘i grandi’. 

Leggi di più
Salute e benessere psicofisico Mamme e neonati Igiene intima in gravidanza: i consigli per le mamme

Quando aspetti un bambino i cambiamenti dei livelli ormonali e l'aumento del flusso sanguigno nel corpo possono portare ad una maggiore quantità di secrezioni vaginali.   È importante prendersi cura della propria salute intima, sia durante che dopo la gravidanza.   Sterilfarma è vicina al benessere di ogni mamma e del suo bimbo, con prodotti specifici pensati per la pelle sensibile di entrambi.  In questo articolo ti daremo alcuni consigli preziosi per la tua igiene intima, che potrai mettere in pratica quando vorrai.  Sei pronta?  Perché è importante una corretta igiene intima durante la gravidanza?   Come ti abbiamo anticipato, nei 9 mesi che ti aspettano, il tuo corpo potrebbe produrre un quantitativo maggiore di secrezioni a livello vaginale.    La maggior parte di esse è inodore e in genere ha un aspetto giallastro quando si asciuga.   Un’altra cosa che può verificarsi è un aumento di carica batterica e alcune volte potresti avere una sensazione di secchezza o di fastidio.  Pensa d’altra parte a come cambiano gli ormoni, il flusso del tuo sangue, il pH della tua pelle...  La gravidanza è davvero un evento fisiologico importante.  E per questo esistono dei prodotti accuratamente studiati per l’igiene intima, emollienti e delicati, che ti danno una piacevole freschezza e nello stesso tempo detergono e proteggono.  QuaIi sono i migliori prodotti per l’igiene intima in dolce attesa?  Cerca di evitare detergenti molto profumati e aggressivi.  Fai attenzione, perché questo è importante.  l prodotti ginecologici consigliati per le donne in gravidanza, infatti, non contengono profumi e sostanze chimiche forti poichè potrebbero irritare la pelle e influenzare l'equilibrio del pH vaginale.   Prova invece a utilizzare un detergente privo di parabeni e agenti irritanti.  Unico Intimo Mamma di Sterilfarma, ad esempio, lenisce le irritazioni detergendo delicatamente le zone più intime e aiuta a liberarsi da eventuali odori sgradevoli lasciando una piacevole sensazione di freschezza.   Il nostro prodotto è completamente privo di parabeni, siliconi e coloranti e contiene ingredienti naturali provenienti da agricoltura biologica.  Così puoi usarlo ogni giorno, in tutta sicurezza.   Quale pH dovrebbe avere un detergente intimo ginecologico?  Un prodotto ginecologico di qualità, aiuta a preservare il normale equilibrio del pH vaginale tra i valori 3,5 e 4,5.   Unico Intimo Mamma rispetta questi parametri, grazie all’uso di ingredienti naturali e l’assenza di sostanze chimiche aggressive. Inoltre, contiene Acido Lattico, che contribuisce a mantenere la delicata fisiologia delle tue mucose intime al pH 4,5.  Quali ingredienti dovrebbe avere un prodotto per l’igiene intima?  Se vuoi davvero prenderti cura di te, usa detergenti il più possibile naturali, con ingredienti di cui è indicata la provenienza.  Per questo Sterilfarma sceglie ingredienti provenienti da agricoltura biologica, come la camomilla, l’avena e l’aloe.  L’aloe ha potere cicatrizzante, lenitivo, idratante.  L’avena è emolliente, addolcente.  La camomilla è calmante.  Puoi usare Unico Mamma per la tua igiene quotidiana, in tutta sicurezza.  E puoi fidarti di Sterilfarma.  Un consiglio per le future mamme  Il consiglio che ci piace dare a tutte le future mamme è quello di prendersi cura di ogni aspetto della propria gravidanza, compresa l’alimentazione, lo stile di vita e il sonno.   Concediti tutte le coccole che puoi: il riposo, le passeggiate, oli emollienti per la tua pelle, la tua musica preferita, impacchi naturali per i capelli, vestiti comodi in tessuto naturale.  E se ti piace informarti sul mondo dei bebè, consulta il nostro blog e sfoglia il catalogo online dedicato alla salute, alla cura ed al benessere del tuo bambino.  [related_articles 808,423,685] [related_products 11097]

Leggi di più