Come rafforzare il sistema immunitario del tuo bambino in modo naturale

Parola di Mamma 12 Ottobre 2021
Come rafforzare il sistema immunitario del tuo bambino in modo naturale

“Brava! L’hai iscritto a scuola!” 

Non cantare vittoria quando senti questa frase, perché da mamma so bene che spesso è seguita dalla seguente sentenza:

“Vedrai che il primo anno lo passano sempre a casa...si ammalano sempre e di continuo!”

Dopo tale profezia, non resta che ripensare a tutti gli sforzi fatti nel corso dell’inserimento all’asilo nido (ah, se hai perso l’articolo dedicato lo puoi trovare qui) e alla difficoltà nel trovare la formula perfetta tra il benessere del bambino, gli impegni quotidiani e anche il nostro equilibrio psicofisico...Ne è valsa la pena? Intanto, c’è la certezza che non possiamo farli vivere sotto una “campana di vetro”.

Inizia la scuola, poi subentra il periodo di transizione tra l’estate e l’autunno. E qui ripensiamo ancora ai vecchi modi di dire come “Non esistono più le mezze stagioni” - “Bisogna vestirsi a cipolla” ecc.

E nonostante si seguano tutti i consigli del buon senso... irrimediabilmente arrivano i primi colpi di tosse e il raffreddore. Le restrizioni del periodo, intanto, ci impongono di essere particolarmente coscienziosi e di evitare di portare a scuola i bambini, anche in presenza di malanni lievi.

Che fare? In questi casi, la soluzione è una: parlare con il proprio pediatra. Ed è così che sono venuta a conoscenza della profilassi per rafforzare il sistema immunitario.

La scuola è sicuramente un ambiente prezioso per i nostri bambini, ma è anche vero che l’incontro con l’altro presenta sempre qualche piccolo inconveniente.

Cosa fare per rafforzare le difese immunitarie dei più piccoli?

Sicuramente per i bambini, anche molto piccoli, l’asilo può inizialmente rappresentare un avvenimento stressante. Si perdono le proprie abitudini e si acquista una nuova routine, ma il processo tuttavia richiede tempo.

All’inizio si può notare una certa stanchezza che può sfociare anche in inappetenza, e non sempre il bambino riesce ad assumere tutte le vitamine e i minerali utili al proprio fabbisogno.

Con il passare del tempo cambiano anche i gusti, per cui anche i cibi che prima si mangiavano volentieri, adesso vengono rifiutati. Se questo capita con frutta e verdura, ovviamente, bisogna rivedere la dieta.

In tal senso, un integratore come lo Sterilimmun può rappresentare una buona supplementazione perché, oltre a contenere vitamina C, vitamine del gruppo B e D, Propoli e Zinco, è arricchito con Ribloflavina, che riduce il senso di stanchezza che i bimbi spesso provano quando iniziano l’attività scolastica, oppure per via dei cambiamenti di tempo. 

Inoltre, avendo un gusto abbastanza piacevole - eh, lo so, devo assaggiare tutto quello che prendono i bimbi per trovare la strategia giusta per farglielo accettare - non ho avuto particolari problemi di somministrazione, cosa che incide positivamente almeno sulla psicologia di noi genitori…

Diciamo che il momento della somministrazione dei farmaci non è proprio un tema su cui tutti bambini reagiscono allo stesso modo.

La piacevole novità è trovare lo Sterilimmun inserito in un Box Difesa insieme ad altri integratori e dispositivi medici, quindi non sono farmaci. Generalmente l’ho sempre acquistato singolarmente, invece il box comprende anche il Nary Baby Kit e lo spray orale a base di Lattoferrina… Nel dettaglio l'integratore Lattoferrina Forte è utile per fornire il giusto fabbisogno di vitamina D e Zinco e può essere utilizzato anche da noi adulti.

Un altro presidio medico che non manca mai nel periodo dei raffreddori è il Nary Baby Kit. Le fiale monodose a base di soluzione salina ipertonica con acido ialuronico si possono utilizzare per l'aerosol terapia, oppure sono adatte per l'uso locale.

Il vantaggio di questo Kit è che presenta un nebulizzatore, che consente di somministrare il prodotto in maniera meno traumatica per il bambino, con un getto più gentile e controllato. Inoltre, grazie alla siringa Luer Lock è possibile prelevare solo la quantità di prodotto necessaria. Le fiale sono richiudibili e si possono riutilizzare in giornata così da evitare sprechi.

In base al periodo indicato dal pediatra, si può acquistare il Box Difesa per una profilassi di 3 o 6 mesi. Aspetto importante, questo, perché i cicli possono ripetersi nel corso dell’anno, in particolare nei periodi del cambio di stagione, laddove siamo più esposti.

Una dieta sana, movimento all’aria aperta e un corretto stile di vita sono sicuramente alla base di un sistema immunitario efficiente. Laddove si nota qualche carenza o è necessaria una integrazione, il Box Difesa Sterilfarma può essere un aiuto per aiutare i nostri piccoli a essere attivi e pieni di energia.

Articolo pubblicato da Alessia Amitrano

Mi chiamo Alessia e lavoro da anni come esperta di contenuti digitali presso Emmemedia. La passione per la scrittura e la mia innata curiosità, mi hanno spinto a conseguire una laurea in Filosofia e Comunicazione e un'altra in Scienze della Formazione Primaria. Da sempre affascinata all'universo dei bambini, ho lavorato in passato come educatrice. Una passione sempre più forte, determinata dalla nascita della mia bambina.

Iscriviti subito Rimani aggiornato sul mondo Sterilfarma

Lascia qui la tua email e riceverai news, sconti e tante nuove sorprese

Articoli correlati