Prepariamo i nostri bambini ad affrontare la stagione fredda

Mamme e neonati 13 Settembre 2022
Prepariamo i nostri bambini ad affrontare la stagione fredda

Ogni anno, un genitore sa che dovrà indossare una pesante armatura per sconfiggere le aggressioni microbiche che si abbatteranno sui propri figli.

Ogni anno, un pediatra sa che il suo studio sarà presto invaso da piccoli mocciosi ed il suo telefono sarà pieno di messaggi di genitori disperati alle prese con raffreddore, febbre, otite e tracheite.

Ogni anno, un insegnante sa che la sua piccola classe sarà presto un covo di germi che saltano da un naso colante ad un altro e che, prima o poi, la classe sarà dimezzata perché tutti sono a letto con la febbre.

Questo è il più verosimile degli scenari che si profila a cavallo tra la fine dell’estate e la ripresa delle attività scolastiche. La domanda che tutti ci poniamo è: quante volte si ammaleranno i nostri piccoli mocciosi?

Siamo onesti, azzerare il rischio che i bambini contraggano le infezioni stagionali è praticamente impossibile. Si stima che un bambino precocemente scolarizzato (ovvero entrato al nido prima del compimento del 12° mese) si ammalerà di una infezione respiratoria almeno una volta al mese; stessa cosa vale se l’infante resta a casa ma ha fratelli più grandi che frequentano la scuola.

Tuttavia, queste sono solo stime e la realtà è che ogni stagione presenta differenze rispetto alla precedente, spesso imprevedibili, che spiegano il motivo per cui l’andamento delle infezioni pediatriche può registrare variazioni improvvise, in peggio o anche in meglio. Se un bambino in inverno si ammalerà meno, quindi, non è solo questione di “fortuna”, ma il risultato di una serie di fattori che si sommano tra di loro. Questi fattori sono veramente tanti ed includono:

  • l’abbondanza di microrganismi circolanti
  • la profilassi vaccinale
  • la rigidità delle condizioni atmosferiche
  • la messa in pratica di norme igieniche dentro e (soprattutto) fuori casa
  • le abitudini sociali del bambino e della sua famiglia
  • l’immunocompetenza.

Quello che noi genitori dobbiamo assolutamente comprendere è che possiamo agire su ognuno di questi specifici fattori per mitigare il rischio e ridurre la quantità di episodi a carico dei più piccoli (e anche a carico del resto della famiglia!).

Allora vale la pena rimboccarsi le maniche e cominciare a mettere in atto una serie di piccole, ma efficaci, strategie già a partire da settembre, ben prima che la stagione fredda faccia il suo ingresso.

Ecco allora un piccolo decalogo del genitore stratega:

  • I microrganismi circolano meglio negli ambienti affollati, umidi, privi di efficienti ricambi di aria. L’aerazione è fondamentale per garantire il ricircolo di aria fresca e pulita e dovrebbe essere garantita sempre, indipendentemente dalla colonnina di mercurio, sia in casa sia nelle strutture dove i bambini si incontrano per lungo tempo come aule scolastiche, mense, palestre o sale per feste.
  • Seguire il calendario vaccinale regionale è importantissimo perché si scongiurano malattie molto gravi come il morbillo o la meningite ma l’offerta vaccinale riguarda anche altri tipi di agenti infettivi come il virus influenzale che, sebbene possa fare meno paura di altri, ha un rilevante impatto sulla salute e può essere molto rischioso se contratto dai soggetti più fragili. Parla del calendario vaccinale dei tuoi figli con il pediatra di fiducia.
  • Possiamo tranquillamente rinunciare ad andare tutti insieme a fare la spesa al supermercato o a fare acquisti al centro commerciale durante i giorni più affollati, molto meglio in questi casi passeggiare all’aria aperta perché anche con il freddo non esiste una vera e propria controindicazione, basta coprirsi bene ed evitare gli sbalzi termici.
  • Favorire il buon funzionamento del sistema immunitario può essere una carta vincente per affrontare meglio il periodo delle infezioni stagionali. Ci sono alcune strategie praticabili per aiutare il sistema immunitario a funzionare a dovere, tra cui il consumo continuato durante la stagione autunno-inverno di componenti naturali per consentire ad ogni bambino il soddisfacimento dei propri fabbisogni nutrizionali. Via libera, allora, a vitamine come la D o a minerali come lo Zinco che possono essere anche assimilati con alimenti specifici e facilmente reperibili.
  • Altri nutrienti, invece, possono essere inseriti nella dieta con più difficoltà perché non sempre è facile reperirne la fonte da portare in tavola; un esempio è la lattoferrina, una glicoproteina che è molto abbondante nel latte materno e nel colostro ma poco rappresentata negli alimenti che vengono comunemente consumati. In questo caso, la lattoferrina può essere inserita nell’alimentazione sotto forma di integrazione nutrizionale, preferibilmente in formati liquidi come le gocce che possono essere facilmente somministrate ai bambini, anche se molto piccoli.
  • La lattoferrina è una proteina straordinaria, con numerosi ruoli all’interno del nostro organismo e ricca di proprietà benefiche. Il suo consumo è sicuro ed è una pratica che si è consolidata in molte famiglie, soprattutto negli ultimi anni.
  • Mettere in conto che qualche episodio di malattia quasi certamente si verificherà e non sarà certo la fine del mondo. Se curato nei modi e nei tempi giusti, seguendo le indicazioni del Pediatra, il malanno passerà presto e sarà un’occasione per coccolare i nostri piccoli e dedicarci alla loro ripresa.

Settembre è proprio il mese giusto per cominciare ad acquisire tutte le buone abitudini del genitore stratega, perché avremo a disposizione il tempo necessario per accompagnare i nostri piccoli gradualmente verso la stagione rigida ed abituarli ad avere la confidenza con uno stile di vita pensato per la tutela del loro buono stato di salute

Nell'articolo abbiamo parlato di questi prodotti. Scoprili!
Articolo pubblicato da Federica Noviello

D.ssa Federica Noviello Biologa nutrizionista esperta in nutrizione infantile ed appassionata di dermocosmesi. Responsabile del team R&D della Sterilfarma S.r.l., svolge la sua attività coniugando tecnologia e benessere, con l’obiettivo di ottenere prodotti sicuri ed innovativi atti a prendersi cura della persona a 360 gradi.

Iscriviti subito Rimani aggiornato sul mondo Sterilfarma

Lascia qui la tua email e riceverai news, sconti e tante nuove sorprese

Articoli correlati