Probiotici e bambini: quando darli e quali sono le caratteristiche?

Mamme e neonati 5 Ottobre 2020
Probiotici e bambini: quando darli e quali sono le caratteristiche?

Perché i pediatri prescrivono i probiotici ai neonati ed ai bambini? Perché si tratta di ottimi alleati dello stato di salute, utili in tutte quelle condizioni che possono causare squilibri della flora batterica intestinale. 

La flora batterica nei neonati 

Durante la gestazione l’intestino del feto è sterile, ma già durante l’attraversamento del canale del parto e fin dai primi attimi di vita, inizia la sua colonizzazione da parte di batteri.   

Essendo i bambini più esposti alle aggressioni esterne, è fondamentale mantenere un continuo stato di equilibrio intestinale (eubosi). Ecco quindi perché vengono prescritti i probiotici nei più piccoli. 

Fermenti lattici e Probiotici: cosa sono e a cosa servono? 

Probiotici e fermenti lattici non sono sinonimi, anche se spesso i due termini vengono confusi.  I fermenti (o batteri) lattici rappresentano una classe molto ampia di microrganismi che condividono la funzione di digestione del lattosio e la produzione di acido lattico.  

I probiotici, invece, (a cui appartengono molti tipi di fermenti lattici –ma non tutti) sono invece i microrganismi che, quando ingeriti, restano vivi e vitali fino all’intestino ed esplicano una moltitudine di effetti benefici, contribuendo all’equilibrio della flora intestinale. 

Quando parliamo del nostro stato di salute, quindi, dobbiamo riferirci ai probiotici e non ai fermenti lattici. Si tratta di batteri buoni, non patogeni,  molto spesso già presenti nel nostro intestino, utili per lo svolgimento delle sue normali attività. La loro presenza è molto importante in quanto, soprattutto quelli appartenenti alle due famiglie principali quali lattobacilli e bifidobatteri, aiutano a prevenire la colonizzazione dei batteri patogeni.  

In che modo? Formando una barriera e producendo sostanze contro i germi invasori per rendere loro l’ambiente intestinale ostile e quindi difficilmente attaccabile. Una vera e propria guerra! 

Il latte materno: la prima fonte di probiotici nei neonati 

Oltre ad essere ricco di preziose sostanze nutritive per il neonato, il latte della mamma contiene anche microrganismi appartenenti soprattutto ai generi Lactobacilli e Bifidobatteri, fondamentali per aiutare il bambino a sviluppare una sana microflora intestinale.  

L'importanza di integrare i probiotici nei più piccoli 

L’intestino di grandi e piccini è il nostro secondo cervello e gli squilibri della microflora intestinale sembrano essere fattori importanti che predispongono allo sviluppo di alcuni disturbi. Per questo motivo, i probiotici sono benefici ad ogni età. 

I probiotici, inoltre, aiutano i processi digestivi e collaborano con la microflora residente  favorendo la scomposizione degli alimenti e la loro assimilazione.  

Quali probiotici sono i migliori per i più piccoli? 

Come già detto, i probiotici appartengono a varie famiglie. I ceppi più indicati in caso di alterazione della flora batterica intestinale (provocata da dentizione, cambi stagionali, dieta sregolata o assunzione di antibiotici) sono: 

Fermenta Plus® Forte è un integratore alimentare a base dei Probiotici L. reuteri e L. rhamnosus GG ed arricchito con Vitamina D3, per favorire lo sviluppo delle ossa dei bambini e il buon funzionamento del sistema immunitario.

Come assumere e somministrare probiotici nei bambini? 

In commercio esiste un’ampia gamma di prodotti sotto forma di compresse, bustine o gocce. Nei neonati è preferibile assumere quest’ultima formula, perché le gocce possono essere somministrate con un cucchiaino o diluite in altro liquido a temperatura ambiente. È  importante non somministrare i probiotici in bevande molto calde perché i microorganismi morirebbero con il calore.  

Quando assumerli e come conservarli? 

Preferibilmente la mattina a stomaco vuoto. Alcuni tipi di probiotici vanno conservati in frigo e-ovviamente- tutti i prodotti possono essere consumati solo entro la data di scadenza.  

Infine: Cosa succede se si assumono troppi fermenti? 

Non esistono controindicazione a riguardo. L'uso dei probiotici è consigliato per tutte le fasce di età e solo raramente presenta limitazioni di utilizzo in bambini o adulti: è comunque una buona regola confrontarsi con il pediatra per avere indicazioni e far assumere i probiotici ai più piccoli con serenità, anche per periodi prolungati.   

Articoli correlati